“La decisione del Comune di Napoli di interdire l’accesso ai cimiteri nella giornata di San Valentino ha rappresentato un ennesimo torto perpetrato ai danni della categoria dei florovivaisti. Una scelta che va in controtendenza rispetto a quelle delle settimane passate. Un ennesimo colpo alle economie della nostra categoria che sta vivendo ormai da inizio pandemia una crisi senza via d’uscita. L’Amministrazione Comunale di Napoli, ancora una volta, firma un’ordinanza che di fatto va a danneggiare la categoria dei florovivaisti e dei commercianti e cerca di nascondere la mancata manutenzione ordinaria e straordinaria dell’immenso patrimonio arborio della città” – è quanto dichiara in una nota Vincenzo Malafronte, presidente del Consorzio Produttori Florovivaisti Campani.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *