“Mi auguro che Luigi De Magistris torni sui suoi passi e conceda l’apertura dei chioschi dei fiori che si trovano all’esterno dei cimiteri di Napoli” – è l’auspicio di Vincenzo Malafronte, presidente del Consorzio Produttori Florovivaisti Campani.

“Una scelta, quella di vietare l’apertura, che va in controtendenza rispetto alle indicazioni del Governo, che ha già chiarito che è possibile la vendita al dettaglio e all’ingrosso di fiori e piante, e anche rispetto a quanto sostenuto dalla Curia di Napoli che ha vietato l’utilizzo dei fiori di plastica nelle Congreghe della Diocesi, per motivi di sicurezza sanitaria, ma anche per venire incontro alla richiesta di aiuto del nostro comparto che sta pagando a caro prezzo l’emergenza covid 19. In un momento in cui tanti sindaci stanno rispondendo favorevolmente alle nostre sollecitazioni, ci appare anacronistica la posizione assunta dal primo cittadino di Napoli” – conclude Malafronte.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *