Malafronte: “Vetrina straordinaria per tutti noi. A novembre un evento regionale dedicato al comparto”

I fiori della Campania protagonisti delle Universiadi 2019. I fiori forniti da Gaia Florum e dal Consorzio Produttori Florovivaisti della Campania sono stati utilizzati per segnalare il percorso degli atleti della marcia e della mezzamaratona sul lungomare di Napoli, oltre ad adornare le sale del Palazzo Reale, location scelta per il Gala dal Comitato Organizzatore delle Universiadi, e lo stadio San Paolo, in occasione della Cerimonia di chiusura della competizione sportiva mondiale riservata agli universitari, in programma domenica 14 luglio. 

“L’organizzazione ci ha chiesto di allestire due rotonde del diametro di quattro metri per segnalare i punti lungo il percorso che sarà attraversato dagli atleti che parteciperanno alle prove di marcia e di mezzamaratona. I colori e i profumi dei nostri fiori, quindi, faranno ancora da sfondo alle gare regine dell’atletica” – afferma Vincenzo Malafronte, presidente di Gaia Florum.

Ma i fiori della Campania faranno bella mostra di sé anche a Palazzo Reale: “Curcuma, rose inglesi, dalia, ortensie, statice, lisianthus e peonie sono le varietà i vivaisti del nostro consorzio hanno scelto per adornare lo scalone e la sala della serata di gala dell’Universiadi. Un’altra vetrina di eccezione per le nostre produzioni” – continua Malafronte.

Il presidente valuta positivamente l’evento sportivo ospitato in Campania: “Le Universiadi stanno rappresentando una vetrina importante per il nostro comparto e non solo. Quotidianamente, con il nostro lavoro, esportiamo in tutto il mondo il bello della Campania. In questi giorni abbiamo avuto la possibilità di mostrare agli atleti provenienti da tutto il mondo i colori dei nostri fiori, che rappresentano un terzo dell’intera produzione florovivaistica italiana”.

Proprio alla luce del successo di questi giorni, Gaia Florum e il Consorzio Produttori Florovivaisti della Campania hanno intenzione di organizzare “per il prossimo mese di novembre – conclude Malafronte – un importante momento di promozione e valorizzazione dell’intero comparto made in Campania. Un momento fieristico, ma allo stesso tempo anche di confronto tra tutti gli attori protagonisti della filiera”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *